GREST, LABORATORI PEDAGOGICI E ATTIVITÀ ESTIVE

Il sindaco Corsaro: «contribuiremo riconoscendo 100 euro per ogni iscritto».

Data ultimo aggiornamento:
09/07/2020 15:25:03

SAN GREGORIO – L’Amministrazione Corsaro, dopo il lungo periodo di “confinamento” che la cittadinanza ha attraversato durante la pandemia del coronavirus e che ha coinvolto tutti, soprattutto i bambini, ha voluto fortemente che fosse riattivato il Grest estivo per dare soprattutto alla famiglie, sia nell’agio che nel disagio, un servizio utile quanto necessario.

Per favorire e incentivare queste iniziative ha stabilito di dare un contributo di euro 100,00, per ogni bambina e bambino sangregoresi che scelgono di frequentare il Grest.

A quest’ultimi è venuto a mancare quella che viene considerata la loro seconda casa, cioè la scuola, il luogo di socializzazione per eccellenza. Di conseguenza sono state accettati diversi progetti presentati da altrettante associazioni. I Grest si terranno in diverse parti del paese e in diverse location.

I primi luoghi individuati sono stati gli asili nido del territorio privati come “Solletico” e “Michey Mouse” che durante la pandemia sono stati chiusi e che ora, consentito dalla legge, possono riaprire alle attività. Sono locali ubicati nel centro storico del paese.

A sud della cittadina, invece, presso i locali dell’Asd “Tennis Pinea” saranno organizzate attività sportive nella mattinata curate dall’Apd “Ardor Sales Don Bosco”, mentre nel pomeriggio, sempre negli stessi locali, iniziative saranno proposte dalla “Cooperativa sociale rifugio Shalom” di Aci Catena che organizzerà laboratori pedagogici tre volte la settimana per i più piccini dai tre ai sei anni.

La novità di tutto il progetto, voluto dall`Amministrazione comunale, riguarda, però, la riapertura del Grest dei Salesiani di San Gregorio, antesignani di questa mitica attività ricreativa, «Dopo anni di chiusura e sconforto per la popolazione locale – ha spiegato il sindaco, dott. Corsaro – la mia Amministrazione, in sinergia con l`Associazione “Cyclopis”, già conosciuta nel territorio per la gestione del pre e post scuola presso la “Purrello” e la “Savio”, è riuscita ad avere al suo fianco l’Istituto salesiano Sacro Cuore che ha riaperto i locali. Per questo ringrazio il direttore, don Michele Viviano, per la sua disponibilità».

Il lavoro di organizzazione e coordinamento è avvenuto in sinergia tra gli assessorati alla Cultura, diretto da Giusi Lo Bianco e alle Politiche sociali diretto da Seby Sgroi.

«Essendo un’ex allieva salesiana – ha commentato entusiasta l’assessore Lo Bainco -, per me la filosofia di Don Bosco è uno stile di vita e questa riapertura del Grest  sangregorese presso i salesiani è motivo di grande gioia. Mi auguro – ha concluso - che la frequentazione dei locali salesiani non si limiterà solo per il periodo del Grest ma possa durare per molto più tempo.»

L’assessore Sgroi: «Alle associazioni citate – ha detto - l’amministrazione comunale ha deciso di erogare 100,00 euro per ogni bambina/o o ragazza/o che si iscriva ai Grest, ai laboratori pedagogici ed attività estive residenti a San Gregorio per un massimo di cento iscritti ed un importo complessivo di 10.000,00 euro eventualmente integrabile qualora vi fosse un numero maggiore di iscrizioni».

Se l’iscrizione ai Grest dovesse superare i 100 euro sarà cura delle famiglie integrare l’importo.

Il servizio per la sicurezza antivirus è affidato alla Misericordia di San Gregorio, coordinata dal suo governatore, Rosario Vaccaro.

 

 San Gregorio di Catania 09 luglio 2020

 

Dott. Alfio Patti 

Ufficio Stampa

Ulteriori informazioni