SAN GREGORIO: NETTO CALO DEI POSITIVI AL COVID

La collettività sangregorese tira un sospiro di sollievo

Data ultimo aggiornamento:
21/05/2021 18:44:34

SAN GREGORIO – La Sicilia è passata in zona gialla da qualche giorno e le maglie delle restrizioni si allargano permettendo l`apertura alla vita sociale e lavorativa del Paese.

Anche i dati pervenuti dall’Asp di Catania, comunicati oggi, sembrano dare ragione alle decisioni nazionali e regionali. Per usare una frase di Dante, in questo 700° anniversario della sua morte, la collettività sangregorese comincia “a riveder le stelle”. I sangregoresi hanno la sensazione di uscire da una lunga notte e da un inferno che, però, non hanno fatto perdere loro la fiducia e la volontà per risalire la china: più che dimezzati i positivi che passano a 16 dai 38 di quattro giorni fa, solo 1 ospedalizzato, mentre gli isolati si attestano a quota 29 contro i 54 precedenti.

In realtà il “microcosmo” sangregorese sta seguendo il “macrocosmo” nazionale. Ci si avvia verso la libertà in tutti i sensi e la luce in fondo al tunnel è sempre più vicina.

Soddisfatto il sindaco, Carmelo Corsaro, che da par suo, però, invita a non abbassare la guardia, anzi di tenerla alta proprio ora che il virus in Italia e nel mondo sta avendo una battuta d’arresto.

La vaccinazione, alla quale i sangregopresi si stanno attenendo, sta facendo la sua parte.

«La cittadina sta seguendo le direttive nazionali e locali – ha sottolineato il dott. Corsaro – ma ricordo di non abbassare la guardia, anzi rafforzare le misure di prevenzione proprio per arrivare, grazie anche alla vaccinazione a riaprirci completamente alla vita e al lavoro».

 

 

San Gregorio di Catania 21 maggio 2021

 

 

Ufficio Comunicazione e Stampa

Ulteriori informazioni