I SANGREGORESI CELEBRANO “MARIA AUSILIATRICE”

Don Michele: «Dobbiamo vivere la festa di Maria come fosse preludio al Paradiso». Il sindaco Corsaro: «A San Gregorio il culto mariano è molto forte. I cittadini devoti alla Madonna

Data ultimo aggiornamento:
27/05/2021 11:37:17

SAN GREGORIO - Si è tenuta, nella serata di ieri, 24 maggio, a San Gregorio, la seconda celebrazione eucaristica alla presenza dei fedeli dall’inizio della pandemia per Covid-19.

A presiedere la celebrazione è stato l’ispettore salesiano per Sicilia e Tunisia, Don Giovanni D’Andrea, alla presenza dei sacerdoti salesiani e di don Michele Viviano, direttore dell’Istituto salesiano dove si è tenuta la solennità di Maria Ausiliatrice.

Oltre alle autorità religiose, presenti anche il sindaco, Carmelo Corsaro, il vicesindaco, Seby Sgroi, gli assessori Giusi Lo Bianco e Giovanni Zappalà, le consigliere Rosaria Guglielmino e Graziella Ferro, l’ispettore capo della Polizia locale, Salvo Gulisano, Salvo Adamo, presidente dell’Associazione MetaCometa Aps, Cristina Ferro vicepresidente de “I Salesiani per il lavoro”, i giovani della comunità alloggio “Casa Pinardi” e un folto pubblico di fedeli che è accorso per pregare la Madonna e chiederle grazia per se stessi e la collettività.

Nell’introduzione alla celebrazione, Don Michele Viviano ha ringraziato l’ispettore D’Andrea «perché ci onora per la sua presenza – ha detto -; invece di andare in altri posti della Sicilia o della Tunisia a celebrare Maria Ausiliatrice, ha scelto San Gregorio ed è un bel segnale per la nostra cittadina. L’anno scorso – ha continuato Don Michele - dopo il confinamento abbiamo celebrato la prima messa proprio per Maria Ausiliatrice e chiediamo alla Madonna, ancora una volta, la protezione e l’aiuto per le nostre famiglie e la nostra città di San Gregorio e i nostri giovani. Ai fedeli – ha concluso - dico fiducia in Maria Ausiliatrice che è aiuto dei cristiani, noi la invochiamo e certamente lei sarà una madre generosa nell’elargire il suo aiuto per tutti noi».

Per il primo cittadino, Carmelo Corsaro, presente con gran parte della sua giunta, «queste celebrazioni sono la cartina al tornasole – ha commentato – della fede della nostra collettività che si raggruppa sotto il manto della Madonna soprattutto in questi tempi segnati dall’epidemia e dall’incertezza per il futuro».

A rendere più gioiosa la celebrazione sono stati i giovani del gruppo musicale e coro de “Gli amici di Don Bosco” e i giovani del Laboratorio musicale del Complesso Bandistico “Città di San Gregorio” diretto dal M° Giuseppe Scavo che hanno cantato e suonati brani rivolti alla gloria di Maria.

Ringraziamenti sono andati alle Ex allieve che hanno prestato, come ogni anno, la statua di Maria Ausiliatrice; a Orazio Di Paola e Massimo Motta che l’hanno trasportata e addobbata; agli Ex allievi che, insieme ai salesiani cooperatori, hanno preparato materialmente la logistica e i servizi per la realizzazione della celebrazione.

   

 

San Gregorio di Catania 25 maggio 2021

 

 

 

Dott. Alfio Patti 

Ufficio Comunicazione e Stampa

Ulteriori informazioni