IL CORTEO STORICO DI SAN GREGORIO A MONTELEPRE PER RIEVOCARE “I VENTIMIGLIA”

Data ultimo aggiornamento:
28/06/2022 12:43:09

SAN GREGORIO – Domenica, 26 giugno, “L’Antica Sartoria del Corteo Storico”, presieduta da Angelo Butera, e i suoi figuranti sono stati ospiti a Montelepre, provincia di Palermo, per la rievocazione storica de “I Ventimiglia” famiglia nobile siciliana che ha radici profonde nell’Isola.

Ad organizzare l’evento, che ha visto la presenza di circa duecento figuranti di diversi gruppi provenienti da Montelepre, San Gregorio di Catania, Piazza Armerina, Caccamo, Monreale, Aidone, Castelbuono, Castelvetrano-Selinunte, è stata l’Associazione “I Ventimiglia”, presieduta da Zenap Chaudry, col supporto della Regione Siciliana e il patrocinio del Comune di Montelepre.

Finalità dell’iniziativa è stata quella di «ridare vita al vescovo di Monreale Giovanni Ventimiglia, al suo casato nobiliare a cui appartenne l’allora feudo di “Muncilebbru” e a tutti i personaggi storici che transitarono per la quattrocentesca Torre Ventimiglia».

Fra i gruppi partecipanti anche quello di San Gregorio legato ai Ventimiglia per via di Don Alvaro Paternò, signore del Casale sangregorese, che sposò Eleonora Platamone-Ventimiglia.

Alla manifestazione è stata invitata anche l’amministrazione comunale di San Gregorio rappresentata, per l’occasione, dall’assessore al Turismo Giovanni Zappalà che ha seguito il gruppo soddisfatto del successo ottenuto dalla performance sangregorese: «Sono veramente soddisfatto per il successo conseguito in questa manifestazione storica – ha commentato l’assessore Zappalà –, gli abiti, fedelmente ripresi da quelli dell’epoca da Angelo Butera e cuciti dalle abili sarte di San Gregorio, hanno riscosso grandi apprezzamenti dagli organizzatori e dal pubblico. Non era un festival competitivo - ha specificato Zappalà - ma una sfilata e i vestiti sangregoresi si differenziavano di molto dagli altri, erano molto diversi. Complimenti agli organizzatori del nostro gruppo. Questa di Montelepre – ha concluso - è stata un’occasione per far vedere come San Gregorio abbia saputo, negli anni, ricucire e ripristinare un’identità che prima si era sfaldata. Noi siamo stati gli unici che hanno sfilato con il Gonfalone in testa al gruppo».

 

San Gregorio di Catania 27 giugno 2022

 

Dott. Alfio Patti

Ufficio Comunicazione e Stampa

Ulteriori informazioni