PIANO PER REGOLAMENTARE L’INSTALLAZIONE DI ANTENNE: IL CONSIGLIO APPROVA LA MOZIONE DI SCHILIRÒ

Data ultimo aggiornamento:
30/12/2022 11:39:39

SAN GREGORIO – Nella seduta consiliare di ieri, 29 dicembre 2022, è stata approvata dal consiglio comunale la mozione avanzata dal consigliere Paolo Schilirò avente come oggetto: “Definizione di un Piano di localizzazione di tutti gli impianti in grado di generare campi elettromagnetici non ionizzanti a RF e MW, compresa la nuova tecnologia 5G”.

Oltre al consiglio comunale, presieduto da Ivan Albo,  anche l’amministrazione comunale ha sposato favorevolmente questa mozione: «Ci impegniamo a mantenere quanto ci chiede il consiglio comunale – ha dichiarato il primo cittadino, Carmelo Corsaro, sostenuto dal suo vice, Seby Sgroi – e faremo di tutto affinché questo Piano sulla regolamentazione arrivi in Consiglio il più presto possibile».

Il sindaco Corsaro ha poi sottolineato che «l’Ente locale può solo verificare la documentazione presentata dalle Ditte che intendono installare antenne sul territorio, ma non ha potere deliberante. Proprio per questo motivo – ha concluso - necessita fare ordine e regolamentare questa realtà».

Nella mozione il consigliere Schilirò chiede ancora al consiglio comunale che venga applicata “la sospensione per mesi 6 (sei) in via cautelativa delle procedure di autorizzazione dei lavori in corso degli impianti, in grado di generare campi elettromagnetici, in attesa di adeguazione del Piano di localizzazione”.

Secondo l’amministrazione comunale 6 mesi non bastano per fornire e adeguare un Piano di localizzazione, secondo il sindaco Corsaro «ne occorrerebbero almeno 8».

Tutto nasce da alcune proteste di cittadini di via Guttuso dove sta per essere installata un’antenna di telefonia mobile Wind la cui costruzione è stata sospesa per 45 giorni «affinché il Genio civile faccia degli accertamenti – ha spiegato ancora il sindaco, Corsaro - ma ciò non significa che l’antenna non possa essere installata. Stiamo facendo le verifiche alle quali il Comune può accedere. Il numero delle antenne potrebbe aumentare – ha annunciato Corsaro - perché ci sono già altre due richieste di installazione in via Sgroppillo e in via Catania. Saremo vigili – ha concluso il primo cittadino – nel sollecitare costantemente l’Arpa (Agenzia regionale per la protezione dell`ambiente) affinché monitori non l’emissione della singola antenna ma di tutto lo stato generale del paese. Occorre un monitoraggio complessivo».

Ora con la definizione di un Piano, sollecitato da Schilirò, accolta dal consiglio comunale e “sposata” dall’Amministrazione, questo assedio di antenne, al quale il territorio sangregorese è sottoposto, potrà essere meglio controllato e regolamentato.

«Tutti i Comuni – ha spiegato il consigliere Schilirò -, in base alla legge n. 36 del 2001, possono adottare un regolamento per assicurare il corretto insediamento urbanistico e territoriale degli impianti e minimizzare, così, l’esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici».

Uno strumento in più, quindi, per convivere con la continua espansione tecnologica della quale l’uomo moderno non può fare a meno.

 

San Gregorio di Catania 30 dicembre 2022

 

 

Dott. Alfio Patti

Ufficio Comunicazione e Stampa

Ulteriori informazioni